About us

LA NOSTRA STORIA (ITALIANO)

“We are running after a dream and believe happiness should be attempted, fate should be written and life should be enjoyed.”

Who are we? Talking about us has never been so complicated. I am a very expansive and communicative person. I love interacting with people, asking, getting to know each others and discovering … even getting a little involved, but in a nice way! Pasquale, on the other hand, is much more introverted … it takes a while to let go, at times he appears detached but it is only his way of defending himself. Between us he is a more sensitive person. But apart from that, I want to present us.

Pasquale is 29 years, born in Naples in 1991, he is attentive and perfectionist, perhaps from the first breath. His passion for food starts to get stronger and takes shape in the early years of cooking school. But the small city where he grew up has always been “small’ to him and so for thath he decides to enrich his cultural heritage around Italy. Rome, Alba, Cuneo, Ischia and Caserta. At the same time another passion grow in him: the photography, beginner level. With a great aesthetic sense, he is constantly looking for a perfection that seems to reside, in his opinion, in minimalist, supermodern and sometimes forms oriented towards annihilation. I don’t deny that this (often) leads us to have divergent ideas. If for Paquale the reduction and elimination could lead to perfection, I am, more often than not, a supporter of the opposite concept.

What about me? … Well, I am a pastry chef (you guys know that already, don’t you?) I cannot be defined only by my profession, What I do, being not only my job, but my greatest passion, characterizes me in every sense. But to be honest, my past is completely different. I wasn’t born as a chef. I’ve got a humanistic education. When I was teenager I dreamed of becoming a teacher, work with children, teaching and learning life at the same time. I have the classic Italian family, my dad is employed, my mus is an housewife, four children. Find a job in hospitality was easy and then when I was 18 I started working in different kitchens, in order to pay for university studies. I’ve got a University degree and at the same time I have discovered the beauty of using my hands creating good and beautiful things. My first approach to the pastry world was with cake design. I always have had a lot of manual skills and attraction towards everything that could be shaped with my own hands, a passion inherited from my mother, a very good self-taught sculptor. So I decided to start a pastry school. It was ‘Love at first sight‘. However, I did not expect to find such a vast world, a world made of colors, shapes, smells and continuous research. A world in evolution. A world where you never stops learning.

And here we are, together in this journey. We don’t know the destination yet, but we are having experiences that we’ll never forget.

“WE DON’T KNOW WHERE IT WILL TAKE US. MAYBE IT WILL NOT BE ALWAYS EASY BUT LAST OF ALL IT WILL HAVE BEEN WORTH IT.”


LA NOSTRA STORIA

“STIAMO RINCORRENDO UN SOGNO E CREDIAMO CHE LA FELICITA’ VADA CERCATA, CHE IL DESTINO VADA SCRITTO E CHE LA VITA GODUTA.”

Chi siamo?

Parlare di me non mi è mai risultato tanto complicato . Sono una persona molto espansiva e comunicativa. Amo interagire con la gente, chiedere, conoscere e scoprire… impicciarmi anche un pò, ma in senso simpatico! Pasquale invece è molto più introverso… ci mette un pò a lasciarsi andare, a tratti appare distaccato ma è solo il suo modo di difendersi. Tra i due, paradossalmente, è lui quello sensibile.

Ma a parte il lato caratteriale ed emotivo, voglio presentare entrambi a 360 gradi.

Pasquale ha 29 anni,  nato a Napoli classe 1991, attento e perfezionista, lo è stato forse dal primo istante che ha respirato. La sua passione per il cibo inizia a diventare sempre più forte e prende forma nei primi anni di scuola alberghiera.  Ma il piccolo paesino di provincia gli è sempre stato stretto e decide di arricchire il suo bagaglio culturale in giro per l’Italia. Roma, Alba, Cuneo, Ischia e Caserta. Contemporaneamete porta avanti altre due passioni: la programmazione di siti web, conferendo in un secondo diploma come perito tecnico informatico e la fotografia, solo a livelo amatoriale per il momento, ottenendo  bei risultati direi (ma io forse sono di parte 🙂 ). Dotato di grande senso estetico, è alla continua ricerca di una perfezione che pare risiedere, a suo avviso, in forme minimaliste, supermoderne e talvota orientate all’annichilimento. Non nego che questo (spesso) ci porta ad avere idee divergenti. Se per Paquale la riduzione e l’eliminazione potrebbero sfociare nella perfezione, io sono, il più delle volte, una sostenitrice del concetto opposto.

Ed eccoci a me …Bè che dire di Michela.

Che Sono un pasticcere lo sapete già vero? Certo non posso essere definita solo in base alla mia professione, ma è per me, di certo tratto fondamentale, al punto si da diventare una caratteristica fisica.

Ciò che faccio, essendo non solo il mio lavoro, ma la mia piu grande passione, mi caratterizza in tutti i sensi. Ma a dirla tutta  la mia formazione è del tutto diversa da quella di Pasquale. Non nasco come chef. La mia è una formazione umanistica. Il mio sogno da adolescente era quello di diventare un’insegnante. Lavorare con i bambini, insegnare la vita e impararla allo stesso tempo. Un lavoro difficile ed impegnativo, ma la cui importanza è molto sottovalutata in Italia. La mia è la classica famiglia campana di provincia, papà impiegato, mamma casalinga, quattro figli e dunque abbiamo iniziato presto a lavorare. Lavoro in ristoranti da noi lo trovi facilmente, ed è cosi che pian piano a 18 anni, per poter pagare gli studi universitari, ho iniziato a lavorare in diverse cucine. Mi son laureata ma contemporaneamente avevo scoperto la bellezza di usare le mani creando cose, non solo buone, ma anche belle. Il mio primo approccio alla pasticceria è avvenuto grazie al cake design. Ho sempre avuto tanta manualità e attrazione verso tutto quello che si poteva plasmare con le mani, passione ereditata da mia madre, bravissima scultrice autodidatta. Ma la passione, senza tecnica, ad un certo punto si blocca. Ed io volevo andare avanti, volevo sapere, volevo conoscere, scoprire ed esplorare. Decisi di iniziare la scuola di pasticceria. Colpo di fulmine. Non mi aspettavo però di trovare un mondo così vasto, i cui confini sono dettati solo dalla fantasia. Un mondo fatto di colori, forme, profumi e ricerca continua. Un mondo in evoluzione e nel quale non si smette mai di imparare. Ne ho fatto così la mia ragione di vita .

Ed eccoci qua, insieme, in questo viaggio. Non conosciamo ancora la meta, ma stiamo vivendo delle esperienze che ricorderemo per sempre!

“NON SAPPIAMO DOVE CI PORTERA’ TUTTO QUESTO. NON SARA’ SEMPRE FACILE, MA ALLA FINE NE SARA’ VALSA LA PENA.”